Per la riuscita di un’ottima grigliata o di una semplice scaloppina al limone, è fondamentale che la carne scelta sia veramente fresca. Ecco le caratteristiche da considerare, per riconoscere la carne di qualità. 

Il colore della carne

La carne fresca si riconosce dal suo colore, che deve essere in generale omogeneo e  brillante. La colorazione varia a seconda della tipologia di carne;  quella di vitello è fresca, per esempio, se ha un colore rosa chiaro, mentre la carne rossa non dovrebbe essere troppo pallida. L’aspetto del grasso della carne, invece, può indicarci lo stato di salute dell’animale e se il dissanguamento è avvenuto correttamente. Più il grasso è chiaro, bianco e omogeneo più l’animale in vita sarà stato in salute. Se il grasso si presenta con un colore che tende al rosa o al rosso,  significa, invece, che la carne ha subito un dissanguamento imperfetto.
Il colore della parte grassa ci indica anche la tipologia di alimentazione dell’animale; se, per esempio, quest’ultima tende a un colore giallognolo, molto probabilmente l’animale si sarà nutrito di mais e fieno. Il colore del grasso non deve essere, in ogni caso,  giallo scuro né tendente al beige o al marrone. Il colore però non è l’unica caratteristica che può farci capire se la carne è davvero fresca e di qualità.

La consistenza e l’odore

Anche la consistenza può aiutarci a riconoscere se la carne è veramente fresca;  al tatto, quest’ultima deve risultare compatta e soda. Un trucco per capire se la carne è tenera, basta premere la fetta con un dito. Se il segno che si verrà a creare si ricompatta subito dopo, vuol dire che la carne è tenera. Se la fossetta resta ferma più a lungo, significa che la carne non è più elastica. L’odore della carne fresca, invece, deve essere delicato; se notate che è particolarmente incisivo, allora il pezzo è in fase di deterioramento.

L’umidità della carne e le sfumature

La carne fresca non può essere secca, ma neanche eccessivamente umida o bagnata. In tal caso, il pezzo è in cattivo stato di conservazione. Quando si osserva la carne, fate attenzione anche ai riflessi di colore verde, marrone scuro o nero, che si vedono in superficie. Se li notate, significa che la carne sta iniziano ad alterarsi e dunque a deteriorarsi.

Marianna Feo